Blog

Latest Industry News

F1, GP Bahrain – Incidente al via, la Haas di Grosjean a fuoco

  • News, Quattroruote
  • Commenti disabilitati su F1, GP Bahrain – Incidente al via, la Haas di Grosjean a fuoco

Romain Grosjean è stato protagonista di un terribile incidente nel corso del primo giro del Gran Premio del Bahrain, quindicesima prova del Mondiale di Formula 1. Il pilota della Haas, dopo un contatto con l’AlphaTauri di Kvyat, è andato a sbattere violentemente contro le barriere, con la vettura che è diventata una palla di fuoco.

Grosjean è miracolosamente vivo. Secondo le prime informazioni giunte dal centro medico, Romain ha delle bruciature alle mani e alle caviglie. La sua fortuna è stata non aver perso conoscenza: solamente così è riuscito a uscire dalle fiamme e mettersi in salvo. Dopo i primi accertamenti, adesso Grosjean è stato trasportato in elicottero all’ospedale di Manama per ulteriori controlli: l’urto è stato violentissimo e Romain ha respirato i fumi tossici per diversi secondi prima di uscire dalle fiamme. Oltre a questo, Grosjean sembra avere un paio di costole rotte.

La dinamica dell’incidente. Nelle fasi concitate del primo giro, in uscita dalla curva 2, la Haas di Grosjean ha scartato verso il guard-rail dopo un contatto con Kvyat. La vettura è entrata dritta contro le barriere, spezzandosi in due e prendendo fuoco. A salvare davvero la vita a Grosjean è stato l’halo: senza quello, a impattare contro le barriere sarebbe stata la testa del pilota francese, con conseguenze alle quali si rabbrividisce solo a pensare.

Il commento del team principal Haas. Gunther Steiner ha detto: “Romain, in generale, sta bene. Da quello che so, ha delle bruciature alle mani e alle caviglie. Chiaramente è scosso e adesso è stato portato in ospedale per altri controlli. Ma è sempre rimasto cosciente, anche se non ho ancora parlato con lui, sembra stare bene. Voglio ringraziare tutto il personale che lo ha aiutato, sono stati velocissimi. Un lavoro superbo. Oggi possiamo dire che il sistema Halo e le altre misure di sicurezza della FIA hanno salvato una vita”.

Back to top