Blog

Latest Industry News

Milano Vapore – Le proposte per una nuova gestione del traffico urbano

  • News, Quattroruote
  • Commenti disabilitati su Milano Vapore – Le proposte per una nuova gestione del traffico urbano

Dai limiti alla circolazione di auto inquinanti al sostegno all’acquisto di vetture ecologiche, passando per la collocazione strategica delle ciclopedonali e la gestione del trasporto pubblico: sono questi alcuni dei temi affrontati dall’ultimo webinair di Milano Vapore, associazione culturale meneghina che promuove iniziative culturali ed eventi incentrati sull’innovazione del capoluogo lombardo. La discussione, alla quale ha preso parte anche il direttore di Quattroruote, Gian Luca Pellegrini, ha raccolto proposte per una nuova visione della gestione del traffico urbano.

Sistemi più ecologici, ma non solo per l’auto. Il forum si è concentrato sul futuro di Milano, approfondendo in particolare il tema dei trasporti: un nodo cruciale nell’ottica di rendere la città più vivibile, ma anche più attraente agli occhi di turisti e potenziali investitori. Nell’ottica di una progressiva modernizzazione, il talk – tenutosi online a causa della crisi sanitaria ha raccolto diverse proposte che puntano ad intervenire su vari fronti. Da un lato è stata ribadita la necessità di ridurre la circolazione dei mezzi pubblici e delle automobili più inquinanti, incentivando l’acquisto di veicoli ed ecologici con sostegni per chi ha meno capacità di spesa. Ma l’attenzione è stata posta anche su altri fattori che influiscono ancor più sullo smog, come gli impianti di riscaldamento. Di qui la proposta di estendere ulteriormente il ricorso alle reti di teleriscaldamento, che ha già incontrato i favori del centro storico.   

Ciclopedonali e ferrovie. Nell’incontro si è poi ragionato sulle altre componenti del sistema urbano, come le ciclovie, citando gli esempi di metropoli come Londra e Parigi, dove si stanno realizzando piste ciclopedonali su tratte alternative percorse da quelle percorse dal traffico automobilistico. L’idea è quella di realizzare su vie secondarie i percorsi riservati a bici e pedoni che scorrono paralleli alle arterie. Sempre nell’ottica di un approccio integrato tra mobilità privata e trasporto pubblico, poi, è emersa la necessità – proprio come accade nelle grandi capitali europee di prolungare le linee della metropolitana fino alle estreme periferie, per favorire una decongestione del traffico in città. In una visione più ampia, che vede Milano come uno snodo logistico importante tra il Nord Europa e il Mediterraneo, è emersa infine l’esigenza di potenziare il sistema ferroviario nell’ambito del progetto Corridoio 24, che attraverso i finanziamenti della Ue mira a rendere più diretti i collegamenti tra i grandi centri del Continente.

Back to top